Regione Umbria
Accedi all'area personale

Presentare la dichiarazione per la tassa rifiuti (Tari): inizio occupazione, variazioni, cessazione

  • Servizio attivo

La Tari è la tassa sui rifiuti, destinata alla copertura del costo del servizio di gestione dei rifiuti, compreso lo spazzamento e il lavaggio delle strade e delle piazze pubbliche. La Tari si applica sulla base delle dichiarazionI.

A chi è rivolto

Chi deve fare la dichiarazione: Il proprietario o l’affittuario di locali e aree scoperte destinati a qualsiasi uso che possono produrre rifiuti.

La Tari non si applica automaticamente sulla base delle pratiche anagrafiche svolte, ma è necessario presentare una dichiarazione con i moduli allegati.

Si deve dichiarare:

  • l’inizio del possesso o detenzione (dichiarazione di nuova iscrizione)
  • la cessazione del possesso o detenzione, il trasferimento in altro Comune, morte dell'intestatario (dichiarazione di cessazione)
  • la variazione della superficie e/o della destinazione d’uso, dichiarata in precedenza (dichiarazione di variazione)
  • il cambiamento di abitazione o il trasferimento di sede dell’attività in città (dichiarazione di cessazione della tassa relativa ai locali di cui non hai più la disponibilità e dichiarazione di nuova iscrizione relativa alla tassa dei locali di cui hai acquisito la disponibilità).

Come fare

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE:
- Direttamente presso l'Ufficio Tributi o presso l'Ufficio Protocollo negli orari di apertura al pubblico
- Raccomandata A/R o presso gli uffici in Piazza del Municipio,1 – Castel Giorgio
- e-mail o PEC all'indirizzo: comune.castelgiorgio@postacert.umbria.it
Allegando, in caso di invio con raccomandata o da posta non certificata, copia del documento di identità del
dichiarante.

Cosa serve

Nel modello di dichiarazione sono obbligatoriamente indicati i seguenti elementi:
Utenze domestiche
a. Generalità del contribuente, la residenza e il codice fiscale;
b. Il recapito postale, di posta elettronica del contribuente;
c. Dati catastali, indirizzo di ubicazione comprensivo di numero civico e di numero dell’interno ove
esistente, superficie calpestabile e destinazione d’uso dei singoli locali;
d. Numero degli occupanti i locali ivi incluso il numero di componenti diversi dai residenti e dimoranti
stabilmente;
e. Generalità e codice fiscale dei soggetti non residenti nei medesimi;
f. Data di inizio o cessazione del possesso o della detenzione dei locali o in cui è intervenuta la
variazione; in caso di dichiarazione di cessazione, l’indirizzo di residenza e/o domicilio per l’invio
dell’eventuale conguaglio;
g. La sussistenza o il venir meno dei presupposti per usufruire di agevolazioni, riduzioni o esenzioni.
Utenze non domestiche
a. Denominazione della ditta o ragione sociale della società, relativo scopo sociale o istituzionale
della persona giuridica, sede principale o legale, codice fiscale e partita IVA, codice Ateco relativo
all’attività prevalente, assegnato dalla CCIAA o dagli ordini professionali;
b. Il recapito postale, di posta elettronica del contribuente;
c. Generalità del legale rappresentante o di altro soggetto munito dei necessari poteri di
sottoscrizione della dichiarazione in nome e per conto del contribuente;
d. Dati catastali, indirizzo di ubicazione comprensivo del numero civico e dell’interno ove esistente,
la superficie calpestabile e destinazione d’uso dei singoli locali ed aree denunciati e loro partizioni interne;
e. Indicazione dell’eventuale parte della superficie produttiva di rifiuti speciali opportunamente
documentata;
f. Data di inizio o di cessazione del possesso o della detenzione o di variazione degli elementi
denunciati. In caso di dichiarazione di cessazione, l’indirizzo per l’invio dell’eventuale conguaglio;
g. La sussistenza o il venir meno dei presupposti per usufruire di agevolazioni, riduzioni o esenzioni

Cosa si ottiene

La presentazione della dichiarazione di inizio occupazione TARI è un obbligo di legge previsto dalla Legge del 27/12/2013 n. 147. A seguito della presentazione il Comune inserisce l'utenza nell'elenco delle utenze TARI attive. La presentazione della dichiarazione permette anche il ritiro del kit della raccolta differenziata. In assenza della dichiarazione il Gestore del servizio non consegna il kit della raccolta.

E' obbligatorio, ai sensi della Legge del 27/12/2013 n. 147, presentare anche la dichiarazione di variazione (Variazione per aumento superficie o destinazione d’uso dei locali che comporti una minore/maggiore tassa) e la dichiarazione di cessazione.

Tempi e scadenze

I soggetti obbligati provvedono a consegnare al Comune la dichiarazione, redatta sui moduli appositamente predisposti, entro 90 giorni solari dalla data in cui sorge l’obbligo di presentazione della dichiarazione. Il soggetto passivo ha l’obbligo di dichiarare al Comune ogni circostanza rilevante per l’applicazione del tributo e in particolare, l’inizio, la variazione e la cessazione dell’utenza, la sussistenza delle condizioni per ottenere agevolazioni o riduzioni, il modificarsi o il venir meno delle condizioni per beneficiare di agevolazioni o riduzioni. La dichiarazione assume anche il valore di richiesta di attivazione del servizio, ai sensi dell’art. 6 del TQRIF, di cui alla delibera ARERA n. 15 del 2022.

 

Condizioni di servizio

  PDF34,7K Termini_e_condizioni_di_servizio (1)

Unità organizzativa responsabile

Ufficio Tributi
Piazza del Municipio, 1, 05013, Castel Giorgio
Municipio

Altre informazioni

Ai fini dell’applicazione del tributo la dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, se le condizioni di assoggettamento a TARI rimangono invariate. In caso contrario il contribuente è tenuto a presentare nuova dichiarazione di variazione, fatto salvo il caso in cui, per i soggetti residenti nel Comune, la variazione riguardi soltanto il numero degli stessi. All’atto della presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione, il Comune rilascia una ricevuta, quale attestazione di presa in carico della dichiarazione, equivalente alla richiesta di erogazione del servizio.
In caso di decesso dell’intestatario dell’utenza, gli eventuali soggetti che posseggono, detengono o che continuano ad occupare o condurre i locali già assoggettati a Tassa hanno l’obbligo di dichiarare il nominativo del nuovo intestatario dell’utenza e gli eventuali elementi che determinano l’applicazione della Tassa.

Argomenti
Ultima modifica: giovedì, 18 gennaio 2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio !

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri